Università Cattolica del Sacro Cuore

Offerta Formativa

Tecniche di fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare

Il Tecnico di Fisiopatologia Cardiocircolatoria e Perfusione Cardiovascolare è l’operatore sanitario dotato di solide e complesse conoscenze, teoriche e pratiche, nei settori della Fisiopatologia Cardiocircolatoria e della Perfusione Cardiovascolare, capace di svolgere responsabilmente e in autonomia, attività assistenziale e  relazionaleprovvede  e  sovrintende  alla  conduzione,  programmazione  e  gestione delle  apparecchiature  atte  alla  diagnostica,  al  supporto  terapeutico cardiopolmonare e cardiocircolatorio. Le aree di sua pertinenza per la formazione ricevuta sono: area cardiochirurgica, area elettrofisiologica -elettrostimolazione e controllo p.m., ecocardiografia, emodinamica ed elettrocardiografia. Partecipa alla programmazione ed organizzazione del lavoro nell’ambito della struttura in cui operano.

La sua formazione post base continua con master di secondo livello e laurea magistrale di secondo livello

Presentazione

Nell'ambito della professione sanitaria del tecnico della fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare, i laureati sono operatori sanitari cui competono le attribuzioni previste dal D.M. del Ministero della sanità 27 luglio 1998, n. 316 e successive modificazioni ed integrazioni; ovvero provvedono alla conduzione e manutenzione delle apparecchiature relative alle tecniche di circolazione extracorporea ed alle tecniche di emodinamica.

Le loro mansioni sono esclusivamente di natura tecnica; coadiuvano il personale medico negli ambienti idonei fornendo indicazioni essenziali o conducendo, sempre sotto indicazione medica, apparecchiature finalizzate alla diagnostica emodinamica o vicariati le funzioni cardiocircolatorie.

I laureati in tecnica della fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare pianificano, gestiscono e valutano quanto necessario per il buon funzionamento delle apparecchiature di cui sono responsabili; garantiscono la corretta applicazione delle tecniche di supporto richieste; svolgono la loro attività professionale in strutture sanitarie, pubbliche o private, in regime di dipendenza o libero-professionale; contribuiscono alla formazione del personale di supporto e concorrono direttamente all'aggiornamento relativo al profilo professionale e alla ricerca nelle materie di loro competenza.

PERCORSO FORMATIVO

1° ANNO
Finalizzato a fornire le conoscenze biomediche e igienico preventive di base, i fondamenti della disciplina professionale quali requisiti per affrontare la prima esperienza di tirocinio finalizzata all'orientamento dello studente agli ambiti professionali di riferimento e all'acquisizione delle competenze di base.

2° ANNO
Finalizzato all'approfondimento di conoscenze di cardiologia interventistica, diagnostica vascolare, pneumologia, chirurgia toracica, cardiochirurgia pediatrica e dell'adulto.
Acquisire le competenze professionali relative all'esecuzione di esami ecocardiografici, test per la valutazione della funzionalità cardiorespiratoria, ed alla conduzione della circolazione extracorporea nell'adulto e nel bambino. Sono previste più esperienze di tirocinio nei contesti in cui lo studente può sperimentare le conoscenze e le tecniche apprese.

3° ANNO
Finalizzato all'approfondimento specialistico, ma anche all'acquisizione di conoscenze e metodologie inerenti all'esercizio professionale, alla capacità di lavorare in team e in contesti organizzativi complessi. Aumentare la rilevanza assegnata alle esperienze di tirocinio che lo studente può sperimentare con la supervisione di tutor e con una propria graduale assunzione di autonomia e responsabilità. Acquisire competenze e metodologie di ricerca scientifica a supporto di elaborazione di dissertazioni.

TI DEVI ISCRIVERE?

SEI UNO STUDENTE INTERNAZIONALE?

Informazioni e contatti Contattaci