Università Cattolica del Sacro Cuore

Offerta Formativa

Scienze pedagogiche e servizi alla persona

Scienze pedagogiche e servizi alla persona

Renata Viganò, coordinatore del corso, ne descrive le principali caratteristiche

Il Corso di Laurea magistrale in Scienze pedagogiche e servizi alla persona forma la figura del pedagogista ai sensi della Legge 205/2017, comma 595. Permette, quindi, il perfezionamento del profilo dell’Educatore professionale socio-pedagogico acquisito nel Corso di Laurea triennale in Scienze dell'educazione e della formazione, e di approfondire le conoscenze e le competenze educative e formative ai laureati provenienti da Corsi di Laurea triennali di altro tipo.

Il percorso formativo del Corso di laurea magistrale in Scienze pedagogiche e servizi alla persona è strutturato in maniera da garantire una formazione adeguata ai diversi e variegati ambiti di intervento della figura del pedagogista collegata al coordinamento dei servizi alla persona, idonea a praticare progettazione e ricerca, in ambito educativo, scolastico, socio-assistenziale, nonchè attività formative, di ricerca e sperimentazione.

Nello specifico i laureati saranno in grado di proporre consulenze pedagogiche rispetto a problemi educativi complessi, di gestire e coordinare i servizi alla persona nell’ampiezza del loro target di intervento (servizi, presidi socioeducativi e pratiche di intervento plurimo) e con specifica attenzione alle particolarità del territorio ove essi si trovano ad operare.

Tra le caratteristiche salienti di questo percorso spicca il profilo interdisciplinare, che permetterà allo studente di acquisire conoscenze e competenze atte a definire una professionalità capace di calarsi nella complessità odierna, di misurarsi con le sfide emergenti per quanto attiene all’intervento nei servizi alla persona, di collaborare con altre figure professionali e di muoversi con padronanza nell'ambito di propria competenza.

Infine i laboratori e il tirocinio previsti nel piano di studi consentiranno agli studenti di approfondire concretamente, attraverso il coinvolgimento in prima persona, elementi cruciali per una maggiore comprensione delle caratteristiche del lavoro educativo sul campo.

Programmazione attività didattiche primo semestre a.a. 2020/21

A. ORIENTAMENTO DIDATTICA PRIMO SEMESTRE
Tutti i docenti hanno espresso la volontà di effettuare la didattica da remoto, integrando le diverse modalità possibili, senza ricorrere alla presenza in aula.

B. IMPOSTAZIONE ACCOGLIENZA STUDENTI DEL PRIMO ANNO
La proposta è articolata in un percorso integrante diverse tipologie di attività

1. Welcome day (5 ottobre)
Modalità: webinar con partecipazione di Coordinatore, co-Coordinatore, due docenti, funzionario servizio relazioni internazionali, coordinatore del tirocinio, conduttore di laboratorio, due studenti del secondo anno, due laureati, un tutor di Facoltà. Il webinar sarà videoregistrato e messo a disposizione degli studenti che non abbiano potuto partecipare o che si iscriveranno dopo il 5 ottobre.
Obiettivo: prima accoglienza; ripresa delle caratteristiche principali della LM, brevi interventi di presentazione e di indirizzo da parte del panel; presentazione della proposta di accompagnamento complessiva; session domande e risposte e raccolta eventuali aspetti da approfondire successivamente.

Attività complementari:

  • individuazione due rappresentanti studenti del primo anno (uno proveniente da triennale L19 UC, uno proveniente da altra triennale e altro ateneo) cui affidare creazione gruppo su social con tutti gli studenti del primo anno, per rapida condivisione di informazioni;
  • creazione gruppo su social dei due studenti rappresentanti del primo anno + i due studenti rappresentanti del secondo anno + tutor di facoltà. Saranno il contatto con coordinatore per eventuali questioni da approfondire;
  • si motiveranno docenti, tutor di tirocinio e conduttori di laboratorio ad attivare momenti specifici di confronto/orientamento/accompagnamento degli studenti, dandone informazione al coordinatore;
  • il Coordinatore e il co-Coordinatore proseguiranno con gli incontri periodici (inizialmente a cadenza settimanale poi a cadenza più diradata) con i rappresentanti degli studenti (1-2 per il primo anno + 1-2 per il secondo anno) per il monitoraggio del corso.

2. Galleria video docenti (entro ultima settimana di settembre)
Modalità: realizzazione da parte di tutti i docenti (primo e secondo semestre) di un breve video (2-3’). La realizzazione del video sarà affidata a ufficio comunicazione oppure avverrà per il tramite di un nuovo VCMS (Video Content Management System) attualmente in corso di acquisizione da parte dell’Ateneo e che dovrebbe essere a disposizione dei docenti da metà luglio. Messa a disposizione dei video agli studenti nel corso in Bb di ciascun docente ed eventualmente anche sulla pagina docente.
Obiettivo:

  • presentazione del docente, del significato e del ruolo specifico del suo insegnamento nel quadro della LM e nella formazione del profilo professionale atteso; benvenuto personale del docente e “consigli utili” per vivere bene la sua materia;
  • rinvio ad ulteriori momenti di confronto diretto con il docente nel corso delle lezioni o in momenti appositamente concordati fra docente e studenti.

3. Video studenti (entro ultima settimana di settembre)
Modalità: realizzazione da parte di un gruppo di studenti del secondo anno e di alcuni neolaureati, in collaborazione con un tutor di Facoltà, di uno o più brevi video (2-3’) o altri prodotti multimediali “smart”. Contenuti e obiettivi del video saranno concordati. Messa a disposizione dei video agli studenti.
Obiettivo:

  • fornire agli studenti una serie di indicazioni e suggerimenti pratici su come muoversi per affrontare diversi aspetti e momenti del percorso di studi;
  • rafforzare l’indicazione sulle molteplici risorse offerte dall’Ateneo e dalla Facoltà;
  • rassicurare e “sdrammatizzare”;
  • far crescere la percezione della LM come comunità di docenti e studenti;
  • sollecitare gli studenti a “sfruttare” la risorsa del gruppo per l’apprendimento.

4. Fine ottobre – Convegno Laurea Magistrale
Modalità: webinar aperto a tutti gli studenti e a tutti i docenti del primo e del secondo anno. Consueto convegno annuale della LM su un tema specifico, con interventi anche di esterni (di norma esperti, esponenti parti sociali, figure di rilievo del mondo professionale, testimoni significativi ecc.), seguito da dibattito e scambi con i presenti.
Il convegno sarà videoregistrato e messo a disposizione degli studenti che non abbiano potuto partecipare.
Obiettivo:

  • avvalorare il profilo in uscita, le caratteristiche e le potenzialità della LM;
  • orientare gli studenti

5. Metà novembre
Modalità: nel corso di una lezione, nuovo webinar di Coordinatore e co-Coordinatore con tutti gli studenti
Obiettivo: follow up

6. Dicembre (dopo la fine delle lezioni)
Modalità: webinar di Coordinatore e co-Coordinatore con tutti gli studenti
Obiettivo:

  • follow up;
  • eventuale orientamento per gli esami.

Altre precisazioni
MY LM85 - Si propone di creare un link/area web per gli studenti con info utili e la raccolta di tutti i video (webinar registrati, video docenti, video studenti, registrazione convegno ecc.). Potrebbe essere più immediato poter visionare in quest’area il programma dei corsi con la possibilità di cliccare sugli insegnamenti per vedere i video evitando quindi di dover andare a cercare in ogni singola pagina docente il programma del corso.
Attività didattica integrativa - In caso di perdurante emergenza sanitaria gli incontri di laboratorio saranno organizzati online, secondo le modalità già adottate nel secondo semestre dell’anno accademico 2019/2020. Si privilegerà la modalità on line anche per le attività di gruppo relative al tirocinio e gli incontri individuali con il tutor. Riguardo al tirocinio individuale nei servizi e negli enti, nei casi in cui non sia possibile svolgere l’attività in presenza si ricorrerà allo smart working; se neppure questo fosse praticabile si valuterà una diversa collocazione oppure verranno proposte attività alternative a distanza in attesa di poter avviare le attività in presenza.

Ripresa attività didattica a settembre

Indicazioni su modalità di ripresa delle lezioni, accesso alle sedi, esami e altre informazioni utili | VAI ALLE FAQ

Il Corso di Laurea si propone di formare lo studente alla figura professionale del pedagogista attraverso l’approfondimento delle conoscenze e l’acquisizione di competenze nelle discipline comprese nell’ambito di studio delle scienze della formazione. L’obiettivo è di fornire una preparazione adeguata allo svolgimento di incarichi professionali di alto profilo nell’ampio ambito di azione dei servizi alla persona.

A tal fine il Corso di laurea intende sviluppare alcune metodologie di lavoro che possano essere adeguatamente spendibili in differenti contesti di intervento. Nello specifico si mirerà a conseguire i seguenti obiettivi formativi.

1. Coordinamento.

  • Sviluppare le capacità di gestione organizzativa necessarie ad un efficace coordinamento delle realtà operative legate ai servizi alla persona.

2. Progettazione e ricerca.

  • Analizzare la complessità dell’intervento pedagogico all'interno di quadri epistemologici che ne permettano una lettura adeguata e aderente ad una visione non riduzionistica della persona.
  • Acquisire una competenza professionale specifica di progettazione e valutazione del servizio, degli interventi ecc., con particolare attenzione alla complessità dei livelli implicati (individuale, relazionale, familiare, territoriale, economico, istituzionale).
  • Conoscere e saper connettere modelli e linguaggi d'intervento con i diversi target verso cui ci si può rivolgere.

3. Consulenza e intervento.

  • Fornire consulenza pedagogica a livello dei servizi alla persona.
  • Favorire attraverso una preparazione interdisciplinare, lo sviluppo di metodologie di intervento aperte sulle diverse dimensioni che caratterizzano la persona, con particolare riferimento agli aspetti relazionali e sistemici.
  • Acquisire buona padronanza di almeno una lingua dell'Unione Europea, con particolare riferimento al vocabolario degli ambiti disciplinari di riferimento.

    4. Formazione e supervisione

  • Effettuare una supervisione dei e nei servizi attraverso la lettura, l’analisi ed il sostegno alle diverse culture pedagogiche degli educatori e degli operatori a livello interdisciplinare.

5. Ricerca

  • Sviluppare capacità riflessive di tipo epistemologico nell’ambito dell’indagine scientifico-accademica e dell’intervento sul campo.
  • Acquisire buona padronanza di almeno una lingua dell'Unione Europea, con particolare riferimento al vocabolario degli ambiti disciplinari di riferimento. 

Nel primo anno di corso vengono acquisite conoscenze e competenze relativamente agli ambiti pedagogico-didattico e filosofico, oltre che di lingua straniera e informatica. Nel secondo anno le conoscenze e competenze acquisite riguardano - oltre all’ambito pedagogico - quelli psicologico, sociologico, storico, giuridico ed economico.

TI DEVI ISCRIVERE?

Informazioni e contatti Contattaci