Università Cattolica del Sacro Cuore

Offerta Formativa

Scienze linguistiche

Conoscere le lingue: il passaporto in una società aperta alle relazioni interculturali

Il Corso si articola in quattro profili, che affiancano agli insegnamenti triennali delle due lingue scelte un ciclo di esami specifici per ciascun curriculum: “Lingue per l’impresa” e “Lingue per il management e il turismo” accolgono discipline economico-aziendali; “Lingue, comunicazione, media” e “Lingue e letterature straniere” riservano spazio a corsi legati alla storia, alla letteratura e alla comunicazione.

La metodologia didattica

Le lezioni frontali sono solamente una delle componenti del ciclo di studi: seminari, esercitazioni, laboratori e stage arricchiscono l’offerta e favoriscono l’integrazione tra l’area linguistica e quella professionale.

E poi? Accedere al lavoro con il requisito più richiesto

Le competenze linguistiche maturate nel corso dei tre anni saranno il punto di partenza nella costruzione del percorso professionale. Scegliere uno dei profili proposti dalla Facoltà significa diventare professionisti capaci di operare in contesti lavorativi diversi tra loro: aziende, realtà istituzionali a livello regionale, nazionale o internazionale, imprese del settore turistico, operatori del mondo della comunicazione, organizzazioni attive in ambito letterario/editoriale.
 

Programmazione attività didattiche primo semestre a.a. 2020/21

In vista della partenza dell’Anno Accademico 2020-2021, e in particolare del suo primo semestre, il Corso di Studi (Cds) in Scienze linguistiche (L12) ha adottato un piano dettagliato per poter affrontare la ripresa delle lezioni valorizzando tutta la ricchezza e la complessità della sua offerta formativa e dei suoi metodi. Il piano si propone come obiettivo fondamentale di assicurare il raggiungimento degli obiettivi formativi del Cds garantendo al contempo una condizione di piena sicurezza per studenti e docenti, e individuando soluzioni chiare e sostenibili.  
Il corso di laurea triennale di Scienze linguistiche presenta una struttura didattica particolarmente articolata, con un nucleo linguistico fondamentale – fatto di Corsi ed esercitazioni – sul quale si innestano percorsi diversificati in quattro profili professionalizzanti. La combinazione della parte linguistica (con la possibilità per lo studente di optare per due su sette delle lingue offerte) con quella caratterizzante rende particolarmente complessa l’organizzazione della didattica. Per questa ragione, proprio in virtù delle specificità del Cds, si è optato per un piano didattico per il I semestre 2020-2021 fondato su alcuni principi, che vanno a inserirsi nel quadro del progetto #eCatt – “Didattica Aumentata Digitalmente” approntato dall’Ateneo” (e consultabile, per i docenti, sulle proprie pagine Blackboard):

A) Necessità di rispettare un orario regolare per l’erogazione delle lezioni, indipendentemente dalle specifiche modalità adottate (per es. sincrone vs. asincrone. Queste ultime, in particolare, saranno impiegate pubblicando i contenuti didattici in corrispondenza con gli orari assegnati al corso, durante le varie settimane del semestre). L’orario – che prevede la didattica dal lunedì al venerdì – è costruito attentamente per evitare sovrapposizioni e per consentire agli studenti di seguire – sia in presenza che da remoto – le esercitazioni delle lingue che ha scelto.

B) Distinzione fra le esigenze formative specifiche dei Corsi e delle Esercitazioni delle diverse lingue, da un lato, e dei Corsi che caratterizzano i differenti profili, dall’altro lato.

  • Per Esercitazioni e Corsi linguistici, l’accento è posto necessariamente sull’interazione continuativa fra docente e studenti. In particolare, le esercitazioni delle lingue (che totalizzano un elevato monte ore settimanale) adotteranno le modalità del “dual mode” (con la possibilità per gli studenti di essere presenti in aula, in numeri contingentati a seconda delle indicazioni dell’Ateneo e delle autorità sanitarie, secondo criteri di turnazione e accesso “prenotabile” tramite app, oltre che di seguirle da remoto), per non meno del 40% delle ore erogate, e di “online interactive lecture” (per esempio webinar sincroni). Tutte le lezioni sincrone saranno anche registrate e rese disponibili tramite la piattaforma Blackboard. Il ricorso al “dual mode”, con la possibilità di una presenza in aula grazie a un sistema di turnazione, nonché al numero comunque limitato, per ciascuna classe, degli studenti suddivisi per lingue e livelli differenziati, costituisce un elemento qualificante per la didattica della Facoltà e del Cds. Nel mese di settembre, le esercitazioni “anticipate” delle lingue (accoglienza e “welcome back”) saranno organizzate in “dual mode” (con presenza in aula e contemporaneamente streaming) per almeno il 50% delle ore.
  • Per quanto riguarda invece i Corsi caratterizzanti i diversi profili, si è optato per modalità didattiche miste, studiate sulla base delle specificità dei corsi stessi e delle varie esigenze e momenti nel corso del semestre: accoglienza degli studenti del corso (privilegiare la lezione interattiva sincrona), illustrazione dei contenuti del corso (modalità asincrone come “talking heads” o “voice over presentation”, con moduli della durata di 20 minuti circa per ora di lezione; modalità sincrone come lezioni “live” in streaming o in “dual mode” in aula e contestualmente registrate e rese disponibili, assieme alle slide o a altri materiali, sulla piattaforma Blackboard), “Questions & Answers”, verifica dell’avanzamento delle conoscenze, attività pratiche e prove in itinere (webinar sincroni, da prevedere almeno ogni due/tre settimane).

C) Opportunità di favorire e rafforzare tutte le possibili occasioni di interazione a distanza, diverse dalle lezioni, fra docente e studenti. In particolare, durante il primo semestre, il ricevimento degli studenti avverrà tramite piattaforme sincrone come Teams o Cisco Webex Meetings. E’ consigliato l’impiego dei Forum su Blackboard per incentivare ulteriormente l’interazione. Sempre durante il primo semestre, la proclamazione delle memorie di laurea triennale, l’accoglienza degli studenti di nuova immatricolazione (Welcome Day), le attività legate alla VPI (Verifica Preparazione Iniziale) e al placement nei gruppi delle lingue si svolgeranno a distanza, in modalità sincrona.

I coordinatori del Cds L12 Scienze Linguistiche.
Massimo Scaglioni e Federica Missaglia.

 

 

Ripresa attività didattica a settembre

Indicazioni su modalità di ripresa delle lezioni, accesso alle sedi, esami e altre informazioni utili | VAI ALLE FAQ

Presentazione

Il corso di laurea in Scienze linguistiche presenta un nucleo linguistico fondamentale sul quale si innestano percorsi diversificati, tesi a rispondere alla domanda di figure professionali di profilo linguistico che abbiano sviluppato una solida competenza in almeno due lingue europee o, in alcuni casi, una lingua europea e una extra-europea dal punto di vista scientifico, letterario e/o storico-culturale, competenza spendibile negli ambiti economico-aziendale, giuridico e politico.

Lezioni frontali, seminari tematici, esercitazioni, laboratori, tirocini e stage favoriscono inoltre l’instaurarsi del dialogo tra le varie discipline in una più armoniosa integrazione dell’area prettamente linguistica con quelle più specificatamente professionali.

Lingue in azione

Enrico Reggiani - Letteratura inglese

Federica Missaglia - Lingua e traduzione - Lingua tedesca

Martino Diez - Lingua e Letteratura araba

Eissa Wael Mohamed Farouq Yousef - Lingua e Letteratura araba

MICHELA MURANO - Linguistica francese

ANNA PAOLA BONOLA e MAURIZIA CALUSIO - Lingua russa

ANNA PAOLA BONOLA - Lingua e letteratura russa

MAURIZIA CALUSIO - Lingua e letteratura russa

SONIA LUCIA BAILINI - Lingua e traduzione spagnola

TI DEVI ISCRIVERE?

SEI UNO STUDENTE INTERNAZIONALE?

Informazioni e contatti Contattaci