Università Cattolica del Sacro Cuore

Offerta Formativa

Scienze linguistiche

Conoscere le lingue: il passaporto in una società aperta alle relazioni interculturali

Il Corso si articola in cinque profili, che affiancano agli insegnamenti triennali delle due lingue scelte un ciclo di esami specifici per ciascun curriculum: “Lingue e letterature straniere”, con un approccio tradizionale; “Lingue, comunicazione e media” con un’attenzione particolare per il mondo dell’informazione e dei linguaggi massmediali; “Esperto linguistico per il turismo”, orientato verso un settore in costante crescita; “Esperto linguistico d’impresa”, con discipline economico-finanziarie; “Esperto linguistico per le relazioni internazionali”, che accoglie insegnamenti di natura politologica e giuridica.

La metodologia didattica

Le lezioni frontali sono solamente una delle componenti del ciclo di studi: seminari, esercitazioni, laboratori e stage arricchiscono l’offerta e favoriscono l’integrazione tra l’area linguistica e quella professionale.

E poi? Accedere al lavoro con il requisito più richiesto

Un curriculum rafforzato dalla conoscenza approfondita di due lingue straniere: tecnici della mediazione interculturale e internazionale (in ambito aziendale, istituzionale e della cooperazione), istruttori in campo linguistico, corrispondenti in lingue estere e analoghe figure nel mondo dei media hanno bisogno di questo.


Programmazione attività didattiche primo semestre a.a. 2020/21

Nell’a.a. 2020/2021 le attività didattiche del corso laurea triennale in Scienze linguistiche (L12) si svolgeranno secondo le modalità sottoindicate, al fine di ottimizzare l’apprendimento linguistico, di favorire l’interazione fra studenti e docenti, e fra gli studenti stessi, e di garantire il raggiungimento degli obiettivi formativi in tutte le discipline d’indirizzo dei diversi curricula (Esperto Linguistico d’Impresa; Esperto Linguistico per le Relazioni Internazionali; Esperto Linguistico per il Turismo; Lingue e Letterature Straniere; Lingue, Comunicazioni e Media), assicurando le condizioni di piena sicurezza per studenti e docenti. Tali modalità si inseriscono nel quadro del progetto #eCatt – “Didattica Aumentata Digitalmente” e consentiranno a tutti gli studenti, tramite soprattutto la piattaforma Blackboard, ma anche grazie ad altri strumenti messi a disposizione dall’Ateneo (Microsoft Teams, Cisco Webex ecc.), di partecipare alle attività didattiche anche se impossibilitati a seguire le lezioni in presenza.
Tutte le lezioni verranno svolte nel rispetto dell’orario previsto (modalità sincrona), in modo da facilitare la continuità dell’interazione docenti/studenti e tra gli studenti. Tutte le lezioni verranno sempre anche registrate e rese disponibili online. Agli studenti verrà garantita la possibilità di accedere alla Sede e alle aule secondo un metodo di turni, che permetta a tutti coloro che lo desiderano di incontrare personalmente docenti e colleghi di corso, rispettando il numero di presenze consentito dalle norme sanitarie. Per la prenotazione del posto disporranno di un’apposita funzione all’interno della piattaforma iCatt.
Per i corsi e le esercitazioni di lingue, l’interazione risulta particolarmente importante. La didattica delle lingue sfrutterà le particolari condizioni di erogazione di ciascuna attività per puntare sulle competenze specifiche che vengono favorite dalla modalità di svolgimento, in modo da non trascurare alcun obiettivo formativo. Viene offerta la possibilità di partecipare alle lezioni in aula per non meno del 40% delle ore erogate (o, come sempre, di seguire le lezioni e le esercitazioni da remoto: questa modalità è detta Dual mode). Per il resto delle ore, gli studenti seguiranno da remoto le lezioni e le esercitazioni (questa modalità è detta Online interactive lecture). Le matricole che lo desiderano potranno partecipare in presenza al 50% delle “lezioni anticipate” (Dual mode) per le lingue che le prevedono. Il restante 50% si svolgerà come Online interactive lecture.
I corsi di indirizzo potranno ricorrere alle due modalità sopra citate (Dual mode e Online interactive lecture) in funzione degli obiettivi didattici, anche alternando le due modalità nel corso del semestre a seconda dei contenuti trattati. In ogni caso verrà favorita anche l’interazione tra gli studenti.
La pubblicazione di lezioni già registrate (modalità asincrona) sarà impiegata in quantità limitata (ad esempio per le lezioni da recuperare). Queste lezioni saranno rese disponibili agli studenti rispettando l’orario previsto. La modalità asincrona si realizza con Talking head (caricamento online di una lezione videoregistrata) oppure Voice over presentation (caricamento online di un audio che commenta materiali powerpoint o simili).
Nell’orario di ciascun corso verrà indicato come si svolge ogni lezione.

Fino a diverse disposizioni, il ricevimento studenti, gli esami, le lauree triennali, l’accoglienza degli studenti di nuova immatricolazione (Welcome Day) e i placement test si svolgeranno a distanza, in modalità sincrona.
Buon anno accademico,
Sara Cigada e Giovanni Gregorini
Coordinatori del CdS triennale in Scienze Linguistiche nella Sede di Brescia

 

Ripresa attività didattica a settembre

Indicazioni su modalità di ripresa delle lezioni, accesso alle sedi, esami e altre informazioni utili | VAI ALLE FAQ

Presentazione

La laurea in Scienze linguistiche si qualifica per alcuni caratteri che - perlopiù assenti nelle altre lauree in lingue professate in Italia - ne costituiscono il nerbo e la modernità.

Il corso di laurea permette di:

  • acquisire una solida competenza in almeno due lingue europee (e, per certi curricula, una lingua europea e una extra-europea) a livello di lingua scritta (abilità scritta attiva e passiva), orale (abilità orale attiva e passiva) e mediatica;
  • possedere una specifica competenza nelle lingue di specialità, legate alle diverse aree disciplinari dei curricula in cui è articolato il corso di laurea;
  • possedere un'approfondita competenza scientifica nell'ambito delle discipline linguistiche, teoriche (come ad esempio la linguistica generale che è la base culturale di ogni apprendimento linguistico), storiche (glottologie, filologie, storie delle diverse lingue) e applicate (didattica delle lingue straniere, tecniche espressive, uso di strumenti informatici nell'ambito linguistico);
  • conseguire una formazione letteraria che viene diversificata a seconda dei curricula, a livello di conoscenza storica e di capacità di lettura ed elaborazione critica di testi;
  • conseguire, al di là delle conoscenze letterarie, una competenza storico-culturale negli ambiti connessi alle lingue di specializzazione e competenze nell'ambito economico, giuridico e politico.

Il corso di laurea in Scienze linguistiche presenta quindi un nucleo linguistico fondamentale sul quale si innestano poi percorsi diversificati, tesi a rispondere alla domanda di figure professionali di profilo linguistico.

"UN PASSEPARTOUT LINGUISTICO PER CONOSCERE ED ESPLORARE IL MONDO"

Lingue in azione

Enrico Reggiani - Letteratura inglese

Federica Missaglia - Lingua e traduzione - Lingua tedesca

Martino Diez - Lingua e Letteratura araba

Eissa Wael Mohamed Farouq Yousef - Lingua e Letteratura araba

MICHELA MURANO - Linguistica francese

ANNA PAOLA BONOLA e MAURIZIA CALUSIO - Lingua russa

ANNA PAOLA BONOLA - Lingua e letteratura russa

MAURIZIA CALUSIO - Lingua e letteratura russa

SONIA LUCIA BAILINI - Lingua e traduzione spagnola

TI DEVI ISCRIVERE?

Informazioni e contatti Contattaci