Università Cattolica del Sacro Cuore

Offerta Formativa

Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate

Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate

Alvaro Mordente, coordinatore del corso, ne descrive le principali caratteristiche

La Facoltà di Scienze della formazione partecipa con le proprie risorse didattiche, organizzative e di ricerca, insieme alla Facoltà di Medicina e chirurgia “A. Gemelli”, all’attivazione di questo corso di laurea magistrale interfacoltà.

Programmazione attività didattiche primo semestre a.a. 2020/21

PRIMO SEMESTRE 2020-2021
Verrà richiesta agli uffici una proposta di orario e di distribuzione degli insegnamenti che rispetti il calendario accademico 2020-2021

  1. Didattica a Corsi riuniti (insegnamenti teorici) – Sedi Centrali UCSC
    Didattica a distanza (da postazione remota o da aula UCSC) in modalità sincrona, integrando le diverse modalità possibili, senza ricorrere alla presenza in aula degli studenti e nel rispetto del calendario accademico e dell’orario definitivo.
  2. Corsi distinti (insegnamenti pratici e laboratori a gruppi di max 40 studenti) – Sede Buonarroti e Centro Sportivo Fenaroli
    Qualora fosse possibile si ricorrerà ad una Didattica in presenza a numero contingentato (ricavato dalla formazione di sottogruppi) con lezioni video-registrate fruibili in modalità asincrona dal sottogruppo non frequentante.

Ciascun corso distinto viene suddiviso in due sottogruppi:

  • sottogruppo 1 (frequenta in presenza le prime 5 lezioni del 1° semestre e a distanza le ultime 5 lezioni del semestre)
  • sottogruppo 2 (frequenta in presenza le ultime 5 lezioni del 1° semestre e a distanza le prime 5 lezioni del semestre)

Nel caso non fosse possibile la didattica in presenza si ricorrerà, come abbiamo già potuto svolgere nel secondo semestre di questo anno accademico, ad una didattica a distanza (da postazione remota o da aula UCSC) con momenti asincroni (slides con audio sincronizzato) e momenti sincroni (webinar)

Per tutte le lezioni pratiche e fino a quando non verranno ristabilite le condizioni di normalità pre-Covid si richiede l’abolizione dell’obbligo di frequenza.
Non appena ci saranno le condizioni si chiede di tornare ad una didattica a corsi riuniti e a corsi distinti in presenza e come negli anni passati.

ACCOGLIENZA STUDENTI DEL PRIMO ANNO

Nella settimana del 28 settembre/2 ottobre 2020 verrà individuata una giornata che verrà dedicata all’accoglienza con la partecipazione del Coordinatore, del responsabile dei tirocini e di un responsabile del servizio relazioni internazionali.

Obiettivo: prima accoglienza, presentazione del corso di studi.
Attività complementari:

  • breve presentazione per ogni titolare di insegnamento dell’organizzazione della didattica ed eventualmente dei laboratori e tirocini;
  • creazione di un mailing list per rapida condivisione di informazioni.

Tutte le attività motorio-sportive previste dall'ordinamento dei corsi di studio in Scienze motorie prevedono una parte di teoria, una parte tecnico/tattica e una parte di didattica. La parte teorica verrà svolta da remoto (in modalità sincrona ON LINE INTERACTIVE LECTURE o asincrona video presentazioni con commento audio pre registrate) mentre le due parti relative alla didattica, alla tecnica e alla tattica verranno svolte in presenza presso il Centro Accademico Sportivo Rino Fenaroli ma a numero contingentato a piccoli gruppi di 20-22 studenti (in modalità sincrona DUAL MODE).
Chi non potrà frequentare potrà assistere a distanza alle lezioni pratiche che verranno caricate nelle aule virtuali dei docenti.

Ancora per la sessione di settembre 2020, gli esami di profitto si terranno nella modalità online (piattaforma Teams)

Ripresa attività didattica a settembre

Indicazioni su modalità di ripresa delle lezioni, accesso alle sedi, esami e altre informazioni utili | VAI ALLE FAQ

Competenze/conoscenze

Il percorso formativo del corso di laurea magistrale in Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate si propone di offrire un quadro organico di conoscenze e competenze teoriche e pratiche relative al mantenimento dello stato di salute attraverso il movimento e la pratica dell'attività sportiva, lungo tutto l'arco della vita.

Il corso si propone altresì di fornire conoscenze e competenze relative all'adattamento dell'attività motoria e sportiva all'individuo diversamente abile. Lo studente verrà portato ad acquisire una preparazione specifica riguardante le dimensioni fondamentali delle discipline motorie e sportive tenendo conto anche dell’apporto di quelle biomediche, pedagogiche, psicologiche e sociologiche, che nel complesso concorrono a definire i profili professionali promossi dal corso di laurea.

 

Progetto formativo

Nello specifico lo studente avrà l’opportunità di:

  • scegliere come approfondire la propria preparazione attraverso un itinerario che potrà declinarsi nell’ambito della formazione di una cultura del movimento e dello sport intesi come fattori essenziali per la prevenzione delle malattie, dell’educazione fisico-motoria e sportiva per la persona diversamente abile;
  • conoscere e analizzare criticamente le basi fisiopatologiche delle principali malattie dell’apparato cardiovascolare e respiratorio, del metabolismo, dell’apparato osteoarticolare e del sistema nervoso, in modo da poterne prevenire l’insorgenza attraverso la pianificazione della necessaria attività motoria;
  • conoscere e analizzare criticamente le basi fisiopatologiche delle principali malattie dell’infanzia e dell’età senile, in modo da poterne prevenire l’insorgenza attraverso la pianificazione della necessaria attività motoria;
  • conoscere e analizzare criticamente le basi fisiopatologiche delle principali forme di disabilità, in modo da acquisire gli strumenti culturali per pianificare l’attività motoria nei singoli individui diversamente abili;
  • conoscere e analizzare criticamente le possibilità di applicare i fondamenti delle discipline psico-pedagogiche e sociologiche all’ambito del mantenimento dello stato di salute;
  • progettare, proporre e gestire percorsi e protocolli di educazione, formazione e recupero post riabilitativo attraverso il movimento;
  • acquisire gli strumenti metodologici adeguati per avviare collaborazioni nell’ambito di progetti originali di ricerca scientifica orientati alla comprensione dei meccanismi attraverso cui l’attività motoria e sportiva aiutano a prevenire le malattie.

TI DEVI ISCRIVERE?

Informazioni e contatti Contattaci