Università Cattolica del Sacro Cuore

Offerta Formativa

Scienze della formazione primaria

Imparare ad insegnare, insegnare ad imparare

Questo Corso di laurea magistrale a ciclo unico (5 anni) ha l’obiettivo di preparare gli insegnanti del futuro.
Per questo il piano di studi prevede due livelli di insegnamento: fornire le conoscenze e i contenuti disciplinari che saranno veicolati nell’ambiente scolastico (“cosa” insegnare) e indicare agli studenti la relazione e l’approccio da tenere con gli alunni (“come” insegnare).

La metodologia didattica

Oltre ad una solida preparazione teorica, il Corso prevede inoltre attività laboratoriali di progettazione e simulazione didattica. L’esperienza di tirocinio formativo da svolgere nelle scuole inizia dal secondo anno, e procede fino al quinto per un totale di 600 ore complessive.

E poi? La scuola da un nuovo punto di vista

La laurea in Scienze della formazione primaria abilita all’insegnamento nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria. La formazione aggiornata consente di gestire con competenza sia le dinamiche relazionali in un contesto a elevata complessità come quello attuale sia le nuove tecnologie approdate nelle aule scolastiche.
 


Programmazione attività didattiche primo semestre a.a. 2020/21

La didattica del Corso di Studi nel primo semestre dell’a.a. 2020-21 deve tenere presente la situazione post-COVID con i suoi vincoli e le sue possibilità declinandola nei tre momenti principali di insegnamenti, laboratori e tirocinio.
Per quanto riguarda gli insegnamenti, occorre distinguere le attività di accoglienza degli studenti a inizio anno dallo svolgimento ordinario delle lezioni.
Per quanto riguarda le attività di accoglienza, si prevede:

  • per ogni anno di corso, una giornata di familiarizzazione (Welcome Day) con il CdS in tutte le sue componenti (coordinatore, referente dei laboratori, tutor degli studenti e tutor organizzatori e coordinatori). Questa giornata avrà la forma del webinar, con sessioni plenarie e sessioni di gruppo. Se possibile, l’incontro avverrà in modalità “dual mode”, in presenza per una piccola parte di studenti, in streaming per gli altri da remoto. Sarà inoltre realizzata la registrazione dell’incontro per consentirne la visione anche a chi non potrà essere in sincrono quel giorno
  • per tutti gli studenti, anche degli anni successivi, nell’ultima settimana di settembre è prevista la delivery di un breve video auto-prodotto dai docenti allo scopo di presentare i singoli insegnamenti.

Per quanto riguarda lo svolgimento ordinario delle lezioni, l’ipotesi è che avvenga in modo tale che almeno una delle tre ore settimanali di lezione sia erogata nella modalità della “on line interactive lecture” da remoto e secondo il calendario fissato (questo significa che il docente programmerà la sua lezione sincrona in una delle sue tre ore di lezione secondo il calendario). Le altre due ore settimanali verranno erogate in modalità asincrona secondo i modelli della “Talking Head” (videolezione) e/o della “Voice over presentation” (slides con audio sincronizzato).

Qualora le condizioni sanitarie, le condizioni logistiche delle aule e l’impianto orario lo consentiranno, i docenti che vorranno potranno, in accordo con il Coordinatore del corso di laurea, svolgere alcune ore in presenza nel formato didattico della “dual mode lecture”.

Il tirocinio diretto prevederà incontri di gruppo e individuali on line, questi secondi, volendo, anche in presenza, ma sempre nel rispetto delle indicazioni sanitarie vigenti.
Il tirocinio indiretto, sul campo, si suppone si possa svolgere presso le scuole accoglienti nel rispetto delle norme e sulla base delle possibilità consentite via via dall’andamento della situazione sanitaria.
Per quanto riguarda i laboratori la scelta è di mantenerli on line. La numerosità delle edizioni, i vincoli logistici e il fabbisogno eventuale di aule cono variabil che non consentono al momento di pianificarne una realizzazione in presenza.

L'elevata numerosità delle edizioni dei laboratori e i vincoli imposti dalla necessità di consentire agli studenti di accedere in sicurezza alle strutture universitarie impediranno di fatto, nel primo semestre, la fre-quenza dei laboratori in presenza. La modalità a distanza sarà adottata anche per quei laboratori in cui la presenza del corpo e il ricorso alla manualità sono importanti. Il ricorso alla simulazione e l'uso del video a supporto della didattica laboratoriale consentiranno di raggiungere comunque gli obiettivi formativi. Un esercizio fisico, ad esempio, che dovrebbe essere svolto in presenza, potrà essere svolto in remoto dallo studente, video ripreso e condiviso nello spazio on line del laboratorio per sottoporlo ad analisi e valutazione. Discorso analogo si può fare per lavori manuali che pure potranno essere realizzati in remoto, video ripresi e condivisi. I singoli gruppi di studenti potranno supportare il proprio lavoro attraverso gli strumenti di virtual group di Blackboard e le break sessions di Collaborate. In Collaborate saranno gestiti anche la condivisione e il confronto con il conduttore.

Ancora per la sessione di settembre 2020, gli esami di profitto si terranno nella modalità online (piattaforma Teams).

Il Coordinatore
Pier Cesare Rivoltella

 

Ripresa attività didattica a settembre

Indicazioni su modalità di ripresa delle lezioni, accesso alle sedi, esami e altre informazioni utili | VAI ALLE FAQ

Presentazione

Il corso di laurea magistrale a ciclo unico in Scienze della formazione primaria è abilitante all’insegnamento: consente cioè una volta conseguita la laurea, l'inserimento nelle graduatorie d'Istituto e la partecipazione ai concorsi ordinari per le scuole dell'infanzia e primaria.

Per questo motivo è un percorso impegnativo e strutturato su una base solidissima di conoscenze, che si articolano essenzialmente in due ambiti:

  1. l’ambito dei saperi professionali, delle discipline di tipo socio-psico-pedagogico e delle competenze della relazione e della comunicazione;
  2. l’ambito dei contenuti disciplinari - lingua italiana, lingua straniera, matematica, storia, geografia - indispensabili nella formazione di un futuro insegnante. I docenti così formati sono quelli di cui si sente sempre più l’esigenza nella scuola di oggi: appassionati, competenti e capaci di progettare un percorso educativo e didattico coerente, in grado di gestire le dinamiche relazionali in un contesto, come quello attuale, dalla complessità sociale crescente e di servirsi delle nuove tecnologie in modo consapevole ed efficace.

TI DEVI ISCRIVERE?

SEI UNO STUDENTE INTERNAZIONALE?

Informazioni e contatti Contattaci