Università Cattolica del Sacro Cuore

Offerta Formativa

Economia e gestione dei beni culturali e dello spettacolo

L’incontro tra la cultura umanistica e quella manageriale

L’approccio interdisciplinare rappresenta la specificità di questo Corso: le discipline legate alla storia e alla critica artistica – curate da docenti della Facoltà di Lettere e Filosofia – si affiancano ad insegnamenti di natura economico-aziendale e giuridica (con un focus sulla legislazione specifica del settore dei beni culturali).

La metodologia didattica

Docenti di area umanistica si alternano con professori delle Facoltà di Economia: due approcci diversi, ma un’analoga organizzazione. Il metodo delle lezioni frontali, infatti, sarà arricchito da seminari e incontri organizzati specificatamente per questo Corso.

E poi? Competenze gestionali al servizio del patrimonio

La formazione multidisciplinare consente ai laureati di operare con competenze manageriali e progettuali come funzionario, consulente o imprenditore nel campo di organizzazioni, Enti e fondazioni attivi nel settore dei beni culturali e dello spettacolo.
 


Presentazione

Il corso di laurea interfacoltà in Economia e gestione dei beni culturali e dello spettacolo, che afferisce alle Facoltà di Economia e di Lettere e filosofia, è pensato per rispondere alla necessità, crescente nel nostro Paese, di professionisti in grado di gestire i beni artistici e culturali unendo competenze manageriali a una cultura umanistica solida e ampia.

Grazie all’interfacoltà, docenti di area economica si affiancano a docenti di area umanistica, in un programma di studi che garantisce un alto profilo culturale nel campo della storia e della critica artistica, musicale e teatrale, insegnamenti nelle principali discipline economiche e aziendali e nozioni di base di diritto privato e commerciale e della legislazione specifica del settore.

L’obiettivo del corso di laurea in Economia e gestione dei beni culturali e dello spettacolo è formare una figura professionale in grado di: operare nei settori dell’arte e della cultura con competenze gestionali, progettuali e imprenditoriali avendo una qualificata formazione di base nelle discipline storico-artistiche, teatrali, musicali, cinematografiche insieme a forti competenze teorico-pratiche nel campo dell’economia e della gestione (operativa, commerciale, organizzativa e finanziaria) delle imprese del settore culturale; utilizzare efficacemente la lingua inglese, anche nell'ambito specifico di competenza, e una seconda lingua dell’Unione Europea per lo scambio di informazioni generali; utilizzare le competenze informatiche per l’utilizzo dei sistemi di elaborazione dati.

STUDENTI CATTOLICA

STUDENTI SCUOLE SUPERIORI

Per meglio orientare i ragazzi a scegliere un percorso di studi che tenga conto delle passioni e degli interessi: incontri, corsi e momenti di confronto

Vai al percorso
Informazioni e contatti Contattaci