Università Cattolica del Sacro Cuore

Offerta Formativa

Scienze dell'educazione e della formazione

Che cos'è il tirocinio
Il tirocinio curriculare è da considerarsi come percorso unitario e progressivo che si sviluppa nel II° e III° anno di corso, per un monte ore complessivo di 250, pari a 10 crediti. Il Tirocinio è attività didattica obbligatoria collegata a insegnamenti e a laboratori , mira all’acquisizione e allo sviluppo di peculiari competenze professionali, attraverso la partecipazione diretta e riflessiva dello studente a concrete situazioni di lavoro educativo e formativo.

Riferimenti Tutor di tirocinio


Il tirocinio cosiddetto pratico deve durare almeno 180 ore; può avere inizio nel secondo anno di corso, a partire dal mese di maggio fino a ottobre e continua, nel medesimo ente, durante il terzo anno. L’inizio del tirocinio può essere stabilito a seconda delle necessità dello studente e dei vincoli dell’ente. Indicativamente le ore di tirocinio pratico da espletarsi nel secondo anno sono circa 80, mentre le altre 100 vanno svolte nel terzo anno.

Una volta individuata la struttura in cui lo studente intende svolgere il tirocinio, è necessario attivare una procedura online comprendente la stipula della convenzione, o il suo rinnovo se previsto, e la compilazione di un progetto individualizzato di tirocinio.

Tale progetto costituisce una traccia di lavoro pre-ordinata e valida per ciascuno studente ed è vincolante riguardo al rispetto di date ed orari, ma può essere flessibile rispetto ad obiettivi specifici e modalità di accertamento delle competenze attese. L’aspetto squisitamente educativo/formativo del progetto è concordato tra il Referente interno alla struttura e lo Studente, viene visionato e approvato dal tutor universitario nella fase dell’inserimento dello Studente nella struttura scelta. Il progetto individualizzato viene sistematicamente verificato e/o modificato nel corso dell’esperienza di tirocinio.

Il tutor universitario monitora ciascun percorso di tirocinio dall’interno (colloqui individuali e incontri d’aula) e dall’esterno (contatti telefonici con il Referente del servizio e visita intermedia concordata con il Referente stesso). Il tutor inoltre interviene nel processo dell’esperienza qualora si verifichino problemi che possono pregiudicare il buon andamento del tirocinio.

A conclusione del tirocinio è previsto un incontro tra il Referente interno alla struttura, il Tutor e lo Studente per la valutazione complessiva finale, che avrà come base una relazione scritta dallo Studente. Nel caso il Referente del servizio sia  impossibilitato a partecipare alla verifica finale del tirocinio, è richiesta una valutazione scritta ( su carta intestata dell’Ente, firmata e datata)  circa l’esperienza e il percorso formativo realizzati dallo studente all’interno del servizio; a tal proposito viene distribuito ad ogni ente un documento-traccia con alcuni criteri utili per la stesura della valutazione stessa.

La frequenza al Tirocinio è obbligatoria e si distribuisce nell’arco dei due anni (secondo e terzo) per un totale di 250 ore (pari a 10 crediti), tra attività interne all’Università ed altre interne ai servizi.

L’esame di Tirocinio prevede una registrazione unica al termine dell’intero percorso.

L'attivazione dei tirocini avviene attraverso il Portale ST&P

Per gli aspetti legati alla Sicurezza sul Lavoro (d.lgs. 81/2008) la normativa vigente equipara il tirocinante al lavoratore : a supporto degli Enti ospitanti che non fossero in grado di provvedere autonomamente, l’Università Cattolica organizza per i tirocinanti sprovvisti di idonea certificazione il corso di formazione generale sulla sicurezza. Eventuali necessità di maggiore formazione certificata, imposte dall’Ente, non possono – per legge – essere erogate dall’Ateneo.

Per ulteriori informazioni è sempre disponibile il Tutor di tirocinio.

Al termine del tirocinio il Servizio Stage e Placement tramite mail invita l’ente a procedere alla compilazione on line di un questionario di valutazione individuale sui tirocinanti accolti e sul processo dell’esperienza di tirocinio attuata. La compilazione on line avviene sulla pagina personale ST&P (accesso azienda).

Indicazioni utili allo studente:

  • compilare il progetto formativo inserendo obiettivi generali (vedi sopra) e specifici (da concordare con il servizio)  utilizzando la piattaforma http://step.unicatt.it
  • frequentare secondo il calendario concordato con il servizio le attività previste dal progetto formativo, nel rispetto delle attività didattiche universitarie
  • firmare il registro presenze consegnato dal tutor universitario per la certificazione da parte dell’ente delle ore di tirocinio di volta in volta effettuate
  • consegnare il registro presenze a fine percorso al tutor universitario
  • elaborare la relazione finale tenuto conto della traccia data dall’Università, inviarla all’ente per approvazione della parte descrittiva del servizio e poi sottoporla alla supervisione del tutor universitario, quindi stamparla in triplice copia e consegnarla al tutor in sede di colloquio finale.  La relazione di tirocinio è un documento importante che permette  la rielaborazione dell’esperienza vissuta; deve perciò essere curata nel contenuto e nella forma. Sono richieste tra le trentamila e quarantacinquemila battute (esclusi gli allegati)
  • iscriversi all’appello (Dott. Bolis) e registrare l’esame di tirocinio, già sostenuto con il proprio tutor
  • Che differenza c’è fra tirocinio curriculare con CFU, tirocinio curriculare a zero CFU e tirocinio extracurriculare ? Il tirocinio curriculare con CFU è svolto da studenti, è obbligatorio e rientra nel Piano di studi del Corso di Laurea. Il tirocinio curriculare a zero CFU è svolto da studenti, non rientra nel Piano di studi e non rilascia CFU. Il tirocinio extracurriculare è rivolto ai laureati .
  • A chi devo rivolgermi per ottenere l’accreditamento dei CFU? L’ottenimento dei CFU è assegnato automaticamente al termine dell’intero percorso di  tirocinio, previa registrazione in sede d’esame di tirocinio. (dott. Bolis)
  • E’ possibile fare il tirocinio all’estero? Sì, sulla base della valutazione condivisa con il proprio tutor universitario e secondo le modalità definite.
  • E’ previsto un supporto economico/rimborso spese per il tirocinio curriculare ? No.
  • E’ sempre possibile interrompere il tirocinio? E’ sempre possibile concordare con il proprio tutor l’interruzione del tirocinio, secondo i criteri previsti dal progetto di tirocinio.
  • E’ possibile sostituire con un esame a scelta? No.
  • E’ possibile modificare la durata di un tirocinio curriculare? Sì, nel rispetto del monte ore stabilito e sempre in accordo col tutor universitario.
  • E’ possibile svolgere un tirocinio operativo concentrato in un arco temporale ristretto? No, salvo situazioni eccezionali da valutare collegialmente da parte dei tutor.
  • E’ possibile accreditare il tirocinio? Non quello svolto negli incontri d’aula. Sì per il tirocinio operativo, ma solo per gli studenti che già lavorano in enti socio-educativi e formativi, con compiti e funzioni pertinenti col CdL.
  • E’ possibile svolgere il tirocinio operativo in servizi diversi? Sì, ma soltanto se appartengono allo stesso ente giuridico e previ accordi col tutor universitario e con il supervisore dell’ente.
  • E’ possibile sostituire il tirocinio operativo con il servizio di volontariato civile? Sì se durante il periodo destinato al tirocinio, con compiti e funzioni pertinenti al CdL e previa autorizzazione del tutor universitario.
Informazioni e contatti Contattaci