Università Cattolica del Sacro Cuore

Offerta Formativa

Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate

Che cos’ è il tirocinio lungo individuale?

Il tirocinio curriculare lungo con CFU costituisce un’esperienza di formazione didattico-professionale svolta all’interno di un contesto aziendale con obiettivi formativi definiti e concordati.

Esso è differente in termini di durata e modalità di svolgimento rispetto ai tirocini curricolari brevi, correlati all’insegnamento corrispondente, presenti nella Laurea Magistrale in “Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive ed Adattate” LM-67.

Il tirocinio lungo rappresenta una chiave di accesso al mondo del lavoro con cui lo studente può inoltre sperimentare sul campo le nozioni apprese.

Mediante il tirocinio in azienda, lo studente può acquisire professionalità, affrontando una formazione pratica, in strutture che lavorano in ambiti affini al proprio settore di studi,

Il completamento del tirocinio lungo individuale è il requisito obbligatorio per l’acquisizione di 7 Crediti Formativi Universitari ad esso connessi: tali CFU sono necessari allo studente per portare a termine il percorso didattico e conseguire la Laurea.

Per rendere l’esperienza di tirocinio adeguata allo sviluppo di competenze professionali nel settore lavorativo più appropriato allo studente si è scelto di suddividere il tirocinio in più Aree Formative (AF).

Per individuare 4 macroaree si sono presi in considerazione gli obiettivi formativi qualificanti (DM 16/03/2007, L.270/04):

la progettazione e l'attuazione di programmi di attività motorie finalizzati al raggiungimento, al recupero e al mantenimento delle migliori condizioni di benessere psicofisico per soggetti in varie fasce d'età e in diverse condizioni fisiche, con attenzione alle specificità di genere;

AF PER INFANZIA O PER GLI ANZIANI

l'organizzazione e la pianificazione di particolari attività e stili di vita utili per la prevenzione delle malattie ed il miglioramento della qualità della vita mediante l'esercizio fisico;

AF COME PREVENZIONE E CURA DELLE MALATTIE CARDIO-RESPIRATORIE-METABOLICHE

la prevenzione dei vizi posturali e il recupero motorio post-riabilitativo finalizzato al mantenimento dell'efficienza fisica;

AF POST-RIABILITATIVA

la programmazione, il coordinamento e la valutazione di attività motorie adattate a persone diversamente abili o ad individui in condizioni di salute clinicamente controllate e stabilizzate.

AF ADATTATA ALLA DISABILITÀ

Ogni studente può scegliere una sola area in cui svolgere il tirocinio. Nella seguente tabella sono elencate le 4 Aree principali (macroaree) nella colonna sinistra, mentre nella colonna destra sono elencate le sottomacroaree (al massimo 2 per AF), ove presenti, con i nominativi ed i contatti dei Tutor Universitari di riferimento, i quali avvieranno e seguiranno l’iter necessario all’attivazione del tirocinio.

Durata e modalità di svolgimento del tirocinio

All’interno della macroarea o sottomacroarea scelta, lo studente può decidere se svolgere il proprio tirocinio in solo un ambito di approfondimento (esempio: 4 settimane di stage da 8 ore al giorno per 5 giorni a settimana = 160 ore totali) oppure due (esempio: 2 settimane di stage ciascuno da 80 ore, 8 ore al giorno per 5 giorni a settimana = 160 ore totali).

In quest’ultimo caso è possibile svolgere 80 ore di tirocinio in un centro appartenente ad una sottomacroarea e le rimanenti 80 ore di tirocinio nell’altra sottomacroarea relativa alla stessa area formativa.

Il tirocinio può essere condotto anche per periodi più lunghi riducendo il numero di ore giornaliere e/o settimanali, compatibilmente alla disponibilità del centro presso cui lo studente effettua il tirocinio, purchè il numero di ore complessivo sia di 160 totali.

Il numero massimo di studenti per macroarea è di 23, per garantire a tutti gli studenti iscritti al 1° anno della LM-67 del corrente anno accademico la possibilità di svolgere il tirocinio lungo individuale.

Se in una macroarea fossero presentate più domande dei posti disponibili, la selezione degli studenti eligibili avverrà per voto medio con il quale lo studente si è presentato a sostenere l’esame di laurea L22.

L’elenco dei centri disponibili ad ospitare studenti per il tirocinio lungo individuale è inviato via email agli studenti dalla Profssa Galvani ed è disponibile scaricabile online.

Per frequentare il tirocinio è obbligatorio aver frequentato l’insegnamento propedeutico relativo alla sottomacroarea o macroarea nella quale si vuole attivare il tirocinio.

Per essere inseriti in una macroarea, gli studenti devono contattare ogni anno la Profssa Galvani dalla fine delle lezioni comunicando:

  • 1° macroarea scelta
  • 2° macrarea scelta
  • voto medio di ammissione all’esame di laurea L22.

I tirocini saranno programmati a partire da fine giugno del 1° anno di LM-67 per le materie curricolari del 1° anno. Gli altri tirocini potranno essere attivati a partire da gennaio del 2° anno di LM-67 (per le materie curricolari del 2° anno).

Per essere ammesso al tirocinio è obbligatorio il superamento del CORSO SULLA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO (come da D. Lgs 81/08).

I tirocini non possono essere effettuati sovrapponendosi agli orari di lezione.

Modalità di assegnazione dei CFU

Una volta completato il tirocinio lungo individuale, lo studente dovrà compilare una relazione finale standard fornita dal proprio tutor universitario.

Il tirocinio viene registrato dalla Profssa Galvani con esame dedicato al secondo anno della LM-67 (COORDINAMENTO TIROCINI), solo dopo comunicazione da parte del Tutor di tirocinio che tutto l’iter formativo è stato completato sul portale.

Che differenza c’è tra tirocinio curriculare e tirocinio extracurriculare?

Il tirocinio Curriculare con Crediti formativi Universitari è un periodo di formazione in azienda che si rivolge agli studenti universitari  regolarmente iscritti ad un corso di studi, per ottenere crediti formativi funzionali al raggiungimento del titolo di studi.

Il tirocinio extracurriculare è un periodo di formazione in azienda che si rivolge ai laureati, si situa generalmente nella fase di transizione tra studio e lavoro, esso è quindi esterno ad un percorso di studi e prevede una retribuzione minima obbligatoria che è stabilita dalla normativa regionale di riferimento.

A chi devo rivolgermi per ottenere i CFU del tirocinio lungo individuale?

Il tirocinio, una volta completato, viene registrato dalla Prof.ssa Galvani con esame dedicato al secondo anno della LM-67.

È possibile fare il tirocinio all’estero?

Per gli studenti che scelgono di approfittare del programma SCIENZE MOTORIE INTERNATIONAL con l’obiettivo ulteriore di migliorare il proprio l’inglese, si è deciso di dare la possibilità di svolgere il tirocinio lungo individuale all’estero.

Per ogni singola richiesta (es. Isokinetic Londra) il Tutor Universitario di riferimento valuterà l’ammissibilità al tirocinio all’estero.

È previsto un supporto economico (borsa di studio o rimborso spese) per il tirocinio curriculare lungo?

No, il supporto economico è escluso dal tirocinio curricolare lungo svolto in Italia, qualora il tirocinio fosse svolto all’estero esistono invece forme di supporto economico

Il Tirocinio lungo individuale può essere effettuato sovrapponendosi agli orari di lezione?

Lo svolgimento del Tirocinio lungo non giustifica l’assenza alle lezioni, per cui deve essere organizzato non sovrapponendosi alle stesse.

Cosa devo fare per attivare il tirocinio?

Il tirocinio viene attivato SOLO dal tutor universitario.

Qual è l’iter per l’attivazione del tirocinio?

La prima cosa da fare è assicurarsi (PER AZIENDE RESIDENTI IN ITALIA) di aver svolto il corso base sicurezza sul lavoro e inviare l’attestato al proprio tutor universitario per e-mail.
Dopodiché, una volta scelta la sede di tirocinio, bisogna mettersi d’accordo con il tutor aziendale e universitario per stabilire il periodo esatto di tirocinio. E’ molto importante che si abbia la data certa di inizio (e non solo il periodo) e di fine tirocinio per poter attivare la convenzione e far partire la copertura assicurativa.
Una volta comunicato al tutor aziendale il periodo esatto di tirocinio, il tutor fa partire la convenzione.
Una volta che il progetto formativo è stato inserito sul portale, viene inviata automaticamente un’email SIA al tutor aziendale, SIA allo studente (sull’e-mail istituzionale dell’Università @icatt.it), che dovranno controllare la correttezza del progetto e dare il proprio consenso per la stampa del progetto.
Una volta svolto questo passaggio, tutto il progetto viene inviato al Servizio Stage & Placement per l’approvazione.
Solo dopo aver ricevuto il via libera da parte del Servizio Stage & Placement, IL TUTOR UNIVERSITARIO POTRA’ STAMPARE IL PROGETTO FORMATIVO IN PDF, che verrà poi inviato allo studente per e-mail.
Lo studente dovrà poi premurarsi di stampare l’allegato in pdf, firmarlo, e farlo firmare all’azienda. Le firme dovranno essere in ORIGINALE.
L’ultimo step è quello di consegnare a mano o inviare via posta al Servizio Stage & Placement il progetto formativo debitamente firmato da tutte le parti. Il progetto formativo deve pervenire al Servizio Stage & Placement almeno 5 gg prima dell’inizio del tirocinio. Lo stage si considera regolarmente attivato solo dopo che il Servizio Stage & Placement avrà inviato una mail di conferma attivazione all’ente ospitante, al tirocinante e al tutor nella quale verrà indicato il giorno dal quale decorrono le coperture assicurative. Accedendo al portale ST&P sarà possibile stampare la scansione del progetto formativo firmato (AZIENDA: Stage e tirocini - consulta storico stage - visualizza progetto - stampa versione italiana STUDENTE: Stage e tirocini - visualizza progetto - stampa versione italiana)

Quanto tempo ci vuole per attivare un tirocinio?

Per l’attivazione del tirocinio ci si può ritenere tranquilli se si iniziano a dare tutte le informazioni (punti da “a” a “c”) al proprio tutor universitario UN MESE PRIMA dell’inizio del tirocinio.

Ci sono convenzioni per alloggi?

Non per tutte le sedi. Si consiglia di contattare i propri tutor universitari per ulteriori informazioni.

Cosa devo scrivere nella relazione finale?

La relazione finale deve evidenziare:

  • cosa è stato visto e fatto nel tirocinio
  • lati positivi e negativi del tirocinio

Ho finito il tirocinio, cosa devo fare?

Per la verbalizzazione sono necessarie:

  • La relazione finale dello studente, da inviare per e-mail al proprio tutor universitario
  • Il completamento del questionario online da parte del tutor aziendale

Senza le relazioni NON E’ POSSIBILE VERBALIZZARE IL TIROCINIO.

Come si verbalizza il tirocinio?

Una volta completato il tirocinio e una volta che il tutor universitario ha ricevuto le relazioni sia dello studente che del tutor aziendale, per la verbalizzazione bisogna iscriversi agli appelli della prof. Galvani “coordinamento tirocini”. La verbalizzazione avviene in differita, quindi non è necessario presentarsi fisicamente in università.

Corso sicurezza?

Il corso sicurezza è OBBLIGATORIO per poter svolgere il tirocinio lungo, tranne che per le aziende residenti all’estero (es. Isokinetic Londra, Cardiocentro Lugano).

Se lo studente non è in possesso di una propria certificazione e l’azienda ospitante non ha la possibilità di formare lo studente, l’UCSC mette a disposizione un corso online della durata di 4 ore (che verranno scontate dal tirocinio) che, alla fine di un test di valutazione, rilascia una certificazione di base.

Per ottenere la possibilità di fare il corso, bisogna inviare al proprio tutor universitario le seguenti informazioni: COGNOME, NOME, CODICE FISCALE, E-MAIL ISTITUZIONALE

Informazioni e contatti Contattaci