Università Cattolica del Sacro Cuore

Offerta Formativa

Scienze dei beni culturali

I piani di studio qui pubblicati potranno subire modifiche; quelli di riferimento ufficiale saranno presentati nella Guida specifica di Facoltà.

Crediti formativi

Per il conseguimento della laurea di durata triennale sono necessari 180 crediti formativi universitari (CFU) che si acquisiscono nella misura di circa 60 ogni anno con prove di valutazione sia per gli insegnamenti sia per le altre forme didattiche integrative. Ad ogni esame viene attribuito un certo numero di crediti, uguale per tutti gli studenti, e un voto (espresso in trentesimi) che varia a seconda del livello di preparazione. Un corso di 6 crediti prevede in media circa 30 ore di lezione frontale; un corso di 12 crediti ne prevede circa 60. I corsi possono venire impartiti secondo un calendario semestrale o annuale, come indicato negli orari all’albo della Facoltà. La prova finale viene valutata in centodecimi.

Profili culturali

Nell’ambito delle attività formative opzionali, che lo studente deve indicare all’atto della presentazione del proprio piano di studio, la Facoltà ha individuato delle combinazioni di insegnamenti che consentono l’acquisizione di crediti formativi universitari in relazione ai seguenti profili culturali: Archeologico; Storicoartistico; Teatro, cinema, video e ritualità; Conservazione delle memorie storiche.

Per l’acquisizione di conoscenze nell’ambito archeologico: forma le competenze relative alle culture e alle società antiche e medievali e alle relative metodologie di analisi. Permette l’accesso diretto a lauree magistrali in Archeologia o in Archeologia e Storia dell’arte (LM 2 e LM 89) e, con le opportune opzioni nel piano di studi, alla laurea magistrale in Filologia moderna (LM 14); fornisce titolo e requisiti curricolari necessari per l’ammissione alla laurea magistrale in Economia e gestione dei beni culturali e dello spettacolo (LM 76) (ammissione subordinata al superamento di una prova di ammissione); fornisce titolo e, con le opportune opzioni nel piano di studio, requisiti curricolari necessari per l’ammissione, alla laurea magistrale in Comunicazione per l’impresa, i media e le organizzazioni complesse (LM-19/LM-59) (ammissione subordinata alla disponibilità di posti, che vengono attribuiti secondo una graduatoria di merito).

Primo anno

Letteratura italiana I o Letteratura italiana II - 12 cfu

Storia greca o Storia romana o Storia medievale o Storia moderna o Storia contemporanea (1) - 12 cfu

Metodologia della ricerca archeologica - 6 cfu

Preistoria e protostoria - 6 cfu

Letteratura latina (con corso integrativo di lingua latina) - 6 cfu

Geografia - 6 cfu

Museologia o Storia delle tecniche artistiche o Storia della letteratura artistica (I modulo) - 6 cfu

Un insegnamento semestrale a scelta tra: Letteratura latina (modulo A), Letteratura greca, Storia del teatro greco e latino, Retorica classica, Filologia classica, Letteratura cristiana antica, Filologia ed esegesi neotestamentaria, Filologia bizantina, Letteratura latina medievale, Filologia romanza, Letteratura latina medievale, Filologia romanza - 6 cfu

Lingua straniera (francese, inglese (1), spagnolo, tedesco) - 3 cfu

Secondo anno

Archeologia classica (con laboratorio per l’elaborato scritto - 12 cfu

Archeologia medievale (con laboratorio per l’elaborato scritto - 12 cfu

Storia greca o Storia romana o Storia medievale (una delle tre, diversa da quella seguita nel primo anno) - 12 cfu

Numismatica (I modulo) - 6 cfu

Etruscologia - 6 cfu

Topografia antica - 6 cfu

Un insegnamento semestrale a scelta tra: Storia greca o Storia romana (se non già scelte al I anno), Epigrafia romana, Storia economica e sociale del mondo antico - 6 cfu

Seconda lingua straniera (francese, inglese (1), russo, spagnolo, tedesco, una lingua diversa da quella già scelta al I anno) - 3 cfu

Stage o attività pratiche e di laboratorio archeologico (2) o abilità informatiche (3) o ulteriori abilità linguistiche - 3 cfu

Terzo anno

Storia dell’arte medievale - 12 cfu

Bioarcheologia - 6 cfu

Legislazione dei beni culturali - 6 cfu

Disegno archeologico o Rilievo dei monumenti - 6 cfu

Laboratorio di Informatica applicata all’archeologia - 3 cfu

Un insegnamento annuale o due semestrali a libera scelta (*) - 12 cfu

Prova finale - 6 cfu

Note

(*) Fermo restando il diritto dello studente a scegliere qualunque disciplina, anche una di quelle già comprese nel proprio piano di studi (purché ne siano attivati moduli monografici: e in tal caso aggiungerebbe altri 6 o 12 Cfu a quelli già acquisiti) per la specificità del profilo si consiglia di scegliere fra le discipline che nel piano sopra proposto sono indicate in alternativa ad altre o come a scelta oppure fra le seguenti: Agiografia, Epigrafia romana, Estetica, Filologia biblica, Filologia micenea, Paleografia latina, Papirologia, Sociologia della cultura e della comunicazione, Storia del cristianesimo, Storia della Chiesa, Storia dell’arte moderna, Storia della filosofia antica, Storia della filosofia medievale, Storia della liturgia, Retorica classica, Storia della scienza, Storia della storiografia antica, Storia della storiografia medievale, Storia della teologia, Storia delle religioni.

Per l’acquisizione di conoscenze nell’ambito storico-artistico: forma le competenze relative allo studio, alla tutela, alla conservazione e alla valorizzazione della cultura artistica, del patrimonio museale e dei beni culturali diffusi sul territorio. Permette l’accesso diretto a lauree magistrali in Storia dell’arte o in Archeologia e Storia dell’arte (LM-2 e LM-89) e, con le opportune opzioni nel piano di studi, alla laurea magistrale in Filologia moderna (LM-14); fornisce titolo e requisiti curricolari necessari per l’ammissione alla laurea magistrale in Economia e gestione dei beni culturali e dello spettacolo (LM-76) (ammissione subordinata al superamento di una prova di ammissione); fornisce titolo e, con le opportune opzioni nel piano di studi, requisiti curricolari necessari per l’ammissione alla laurea magistrale in Comunicazione per l’impresa, i media e le organizzazioni complesse (LM-19/LM-59) (ammissione subordinata alla disponibilità di posti, che vengono attribuiti secondo una graduatoria di merito).

Primo anno

Letteratura italiana I o Letteratura italiana II - 12 cfu

Storia greca o Storia romana o Storia medievale o Storia moderna o Storia contemporanea - 12 cfu

Storia dell’arte medievale - 12 cfu

Museologia o Storia delle tecniche artistiche o Storia della letteratura artistica (I modulo) - 6 cfu

Letteratura latina (con corso integrativo di lingua latina) - 6 cfu

Un insegnamento semestrale a scelta tra: Letteratura latina (modulo A), Letteratura greca, Storia del teatro greco e latino, Retorica classica, Filologia classica, Letteratura cristiana antica, Filologia ed esegesi neotestamentaria, Filologia bizantina, Letteratura latina medievale, Filologia romanza - 6 cfu

Geografia - 6 cfu

Lingua straniera (francese, inglese (1), spagnolo, tedesco) - 3 cfu

Secondo anno

Storia dell’arte moderna - 12 cfu

Storia della letteratura artistica (12 Cfu) o (per chi avesse già scelto il I modulo di Storia della letteratura artistica al I anno) Storia della letteratura artistica modulo A (6 Cfu) + Museologia (6 Cfu) o Storia delle tecniche artistiche (6 Cfu) - 12 cfu

Un insegnamento annuale (12 Cfu) o due insegnamenti semestrali (6+6) (diversi da quelli già scelti) a scelta tra: Storia medievale o Storia moderna o Storia contemporanea (diversa da quella scelta al I anno), Storia della Storiografia medievale, Storia della storiografia moderna, Storia della storiografia contemporanea, Storia della Lombardia medievale, Esegesi delle fonti storiche medievali, Storia degli antichi stati italiani, Storia dell’Europa orientale, Storia della Cina contemporanea - 12 cfu

Quattro insegnamenti semestrali (6+6+6+6) a scelta tra: Archeologia medievale (I modulo), Archivistica, Iconologia e cultura visuale, Biblioteconomia, Filologia italiana, Filologia medievale e umanistica, Numismatica (I modulo), Paleografia latina, Storia del disegno, dell’incisione e della grafica, Storia del cinema italiano, Storia del teatro e dello spettacolo, Storia dell’arte lombarda, Storia della miniatura, Storia della musica, Teoria e storia del restauro - 24 cfu

Un laboratorio nel settore storico-artistico (4) - 3 cfu

Seconda lingua straniera (francese, inglese(1), russo, spagnolo, tedesco, una lingua diversa da quella già scelta al I anno) - 3 cfu

Stage, Abilità informatiche(5), ulteriori abilità linguistiche, laboratorio nel settore storico-artistico (diverso dal precedente) (4) - 3 cfu

Terzo anno

Storia dell’arte contemporanea - 12 cfu

Legislazione dei beni culturali - 6 cfu

Due insegnamenti semestrali a scelta tra: Agiografia, Archeologia classica (con laboratorio per l’elaborato scritto) (I modulo), Drammaturgia, Estetica, Letteratura italiana moderna e contemporanea, Museologia (se non già scelta al I anno) o Storia delle tecniche artistiche (se non già scelta al I anno), Storia del cristianesimo, Storia dell’architettura, Storia della liturgia, Storia delle religioni, Storia e critica della fotografia - 6+6 cfu

Un insegnamento annuale (12 Cfu) o due semestrali (6+6 Cfu) a lilbera scelta (*) - 12 cfu

Prova finale - 6 cfu

Note

(*) Fermo restando il diritto dello studente a scegliere qualunque disciplina, anche una di quelle già comprese nel suo piano di studi (purché ne siano attivati moduli monografici: e in tal caso aggiungerebbe altri 6 o 12 Cfu a quelli già acquisiti), per la specificità del profilo si consiglia di scegliere fra le discipline che nel piano qui proposto sono indicate in alternativa ad altre o come a scelta.

Per l’acquisizione di conoscenze e competenze nell’ambito dei beni culturali del teatro, del cinema, del video e della ritualità, con speciale riguardo alla loro conservazione e valorizzazione. Permette l’accesso diretto a lauree magistrali in Storia dell’arte o in Archeologia e Storia dell’arte (LM-2 e LM-89) e, con le opportune opzioni nel piano di studi, alla laurea magistrale in Filologia moderna (LM-14); fornisce titolo e requisiti curricolari necessari per l’ammissione alla laurea magistrale in Economia e gestione dei beni culturali e dello spettacolo (LM-76) (ammissione subordinata al superamento di una prova di ammissione) e alla laurea magistrale in Comunicazione per l’impresa, i media e le organizzazioni complesse (LM-19/LM-59) (ammissione subordinata alla disponibilità di posti, che vengono attribuiti secondo una graduatoria di merito).

Primo anno

Letteratura italiana I o Letteratura italiana II - 12 cfu

Storia greca o Storia romana o Storia medievale o Storia moderna o Storia contemporanea - 12 cfu

Letteratura latina (con corso integrativo di lingua latina) - 6 cfu

Un insegnamento semestrale a scelta tra: Letteratura latina (modulo A), Letteratura greca, Storia del teatro greco e latino, Retorica classica, Filologia classica, Letteratura cristiana antica, Filologia ed esegesi neotestamentaria, Filologia bizantina, Letteratura latina medievale, Filologia romanza - 6 cfu

Geografia - 6 cfu

Museologia o Storia delle tecniche artistiche o Storia della letteratura artistica (I modulo) - 6 cfu

Lingua straniera (francese, inglese (1), spagnolo, tedesco) - 3 cfu

Storia dell’arte medievale - 12 cfu

Teoria e storia del restauro - 6 cfu

Secondo anno

Storia moderna o Storia contemporanea (diversa da quella eventualmente scelta al I anno) - 12 cfu

Storia dell’arte moderna o Storia dell’arte contemporanea - 12 cfu

Storia del teatro e dello spettacolo - 12 cfu

Drammaturgia - 6 cfu

Istituzioni di storia del cinema o Filmologia - 6 cfu

Legislazione dei beni culturali - 6 cfu

Un insegnamento semestrale a scelta tra: Biblioteconomia, Archivistica - 6 cfu

Un Laboratorio di Discipline drammaturgiche e sceniche  - 3 cfu

Seconda lingua straniera (francese, inglese (2), russo, spagnolo, tedesco, una lingua diversa da quella già scelta al I anno) - 3 cfu

Un Laboratorio di Discipline teatrali e drammaturgiche tra quelle attivati dalla Facoltà, a scelta dello studente, fatto salvo il numero di iscritti programmato per ciascun laboratorio - 3 cfu

Terzo anno

Letteratura italiana moderna contemporanea - 6 cfu

Un insegnamento semestrale a scelta tra: Istituzioni di regia, Organizzazione del teatro e dello spettacolo, Storia del cinema italiano, Storia della radio e della televisione, Teoria della rappresentazione - 6 cfu

Storia della musica - 6 cfu

Un insegnamento semestrale a scelta tra: Gestione dell’informazione per i beni culturali o Storia e critica della fotografia - 6 cfu

Un insegnamento annuale (12 Cfu) o due insegnamenti semestrali (6+6 Cfu) a libera scelta (*) - 12 cfu

Prova finale - 6 cfu

Note

(*) Fermo restando il diritto dello studente a scegliere qualunque disciplina, anche una di quelle già comprese nel suo piano di studi (purché ne siano attivati moduli monografìci e in tal caso aggiungerebbe altri 6 o 12 Cfu a quelli già acquisiti) per la specificità del profilo si consiglia di scegliere fra le discipline che nel piano sopra esposto sono indicate in alternativa ad altre o come a scelta oppure fra le seguenti: Letteratura francese, Letteratura spagnola, Letteratura tedesca, Linguaggi e forme espressive dello spettacolo, Storia del cristianesimo, Storia del teatro e della drammaturgia francese, Storia del teatro e della drammaturgia inglese, Storia del teatro e della drammaturgia spagnola, Storia del teatro e della drammaturgia tedesca, Storia del teatro medievale e rinascimentale, Storia della Chiesa

Per l’acquisizione di conoscenze e competenze nell’ambito dei beni culturali di tipo storico, con speciale riguardo alle tematiche della conservazione e comunicazione delle memorie storiche. Permette l’accesso diretto alla laurea magistrale in Archeologia e Storia dell’arte (LM-2 e LM-89) e, con le opportune opzioni nel piano di studi, alla laurea magistrale in Filologia moderna (LM-14); fornisce titolo e requisiti curricolari necessari per l’ammissione alla laurea magistrale in Economia e gestione dei beni culturali e dello spettacolo (LM-76) (ammissione subordinata al superamento di una prova di ammissione); fornisce titolo e, con le opportune opzioni nel piano di studio, requisiti curriculari necessari per l’ammissione alla laurea magistrale in Comunicazione per l’impresa, i media e le organizzazioni complesse (LM-19/LM-59) (ammissione subordinata alla disponibilità di posti, che vengono attribuiti secondo una graduatoria di merito).

Primo anno

Letteratura italiana I o Letteratura italiana II - 12 cfu

Storia greca o Storia romana o Storia medievale o Storia moderna o Storia contemporanea - 12 cfu

Letteratura latina (con corso integrativo di lingua latina) - 6 cfu

Un insegnamento semestrale a scelta tra: Letteratura latina (modulo A), Letteratura greca, Storia del teatro greco e latino, Retorica classica, Filologia classica, Letteratura cristiana antica, Filologia ed esegesi neotestamentaria, Filologia bizantina, Letteratura latina medievale, Filologia romanza - 6 cfu

Geografia - 6 cfu

Museologia o Storia delle tecniche artistiche o Storia della letteratura artistica (I modulo) - 6 cfu

Lingua straniera (francese, inglese (1), spagnolo, tedesco) - 3 cfu

Storia dell’arte medievale - 12 cfu

Secondo anno

Due insegnamenti semestrali a scelta tra: Storia greca, Storia romana, Storia medievale, Storia moderna, Storia contemporanea (diverse da quella già scelta al I anno) - 6+6 cfu

Due insegnamenti semestrali a scelta tra: Storia del cristianesimo, Storia della Chiesa, Storia della liturgia, Storia delle religioni - 6+6 cfu

Storia dell’arte moderna - 12 cfu

Un insegnamento annuale a scelta tra: Archivistica, Bibliografia e Biblioteconomia, Paleografia latina - 12 cfu

Due insegnamenti semestrali a scelta tra: Archeologia classica (con laboratorio per l’elaborato scritto) (I modulo), Archeologia medievale (con laboratorio per l’elaborato scritto) (I modulo), Istituzioni di storia del cinema, Numismatica (I modulo), Storia del teatro e dello spettacolo, Storia della radio e della televisione - 6+6 cfu

Seconda lingua straniera (francese, inglese(1), russo, spagnolo, tedesco, una lingua diversa da quella già scelta al I anno) - 3 cfu

Laboratorio di analisi delle fonti archivistiche (3 Cfu) o Laboratorio per il trattamento informatico dei dati storici (3 Cfu) o ulteriori abilità linguistiche (3 Cfu) - 3 cfu

Terzo anno

Legislazione dei beni culturali - 6 cfu

Storia dell’arte contemporanea - 12 cfu

Due insegnamenti semestrali a scelta tra: Preistoria e protostoria, Storia economica e sociale del mondo antico, Storia della storiografia antica, Letteratura italiana moderna e contemporanea, Storia del teatro e dello spettacolo, Istituzioni di storia del cinema (se non già scelto al II anno) Storia della radio e della televisione (se non già scelto al II anno) - 6+6 cfu

Un insegnamento annuale (12 Cfu) o due semestrali (6+6 Cfu) a libera scelta (*) - 12 cfu

Stage o un laboratorio (diverso da quello eventualmente scelto al II anno) fra: Laboratorio di analisi delle fonti archivistiche (3 Cfu) o Laboratorio per il trattamento informatico dei dati storici (3 Cfu) - 3 cfu

Prova finale - 6 cfu

Note

(*) Fermo restando il diritto dello studente a scegliere qualunque disciplina, anche una di quelle già comprese nel suo piano di studi (purché ne siano attivati moduli monografici: e in tal caso aggiungerebbe altri 6 o 12 Cfu a quelli già acquisiti) per la specificità del profilo si consiglia di scegliere tra le discipline che nel piano qui proposto sono indicate in alternativa ad altre o come a scelta oppure fra le seguenti: Agiografia, Epigrafia greca, Epigrafia romana, Esegesi delle fonti storiche medievali, Filologia micenea, Metodologia della ricerca archeologica, Retorica classica, Sociologia, Storia degli antichi stati italiani, Storia del diritto italiano, Storia del diritto romano, Storia dell’Europa orientale, Storia della Cina contemporanea, Storia della filosofia antica, Storia della filosofia medievale, Storia della Lombardia medievale, Storia della scienza, Storia della storiografia antica, Storia della storiografia contemporanea, Storia della storiografia medievale, Storia della storiografia moderna, Storia della teologia, Storia delle istituzioni militari e dei sistemi di sicurezza, Storia e istituzioni del mondo musulmano, Storia e istituzioni dell’Africa, Storia sociale, Topografia antica.

(1) Gli studenti che inseriscano nel loro piano di studi il corso di Lingua inglese (3 Cfu) possono accedere a due corsi, contrassegnati da codici differenti:
- Lingua inglese - Livello B1. A questo corso lo studente può iscriversi senza alcun prerequisito o documentazione.
- Lingua inglese - Livello B2. Per accedere a questo corso lo studente dovrà documentare al SeLdA, prima della presentazione del piano di studi nel quale intende inserire il corso, di possedere già adeguate conoscenze di lingua inglese, attraverso una delle seguenti modalità: - certificare il precedente superamento dell'esame di Lingua inglese - Livello B1 (SeLdA) - presentare una certificazione internazionale (p. es. PET) - sottoporsi ad un test di ingresso presso il SeLdA nelle apposite date.

(2) Le attività pratiche di laboratorio si svolgono presso il Laboratorio di Archeologia “Michelangelo Cagiano de Azevedo” dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

(3) Si consiglia di scegliere il Laboratorio di analisi delle fonti archivistiche (3 Cfu). Può anche venire scelto il Laboratorio per il trattamento informatico dei dati storici (3 Cfu). Competenze informatiche possono acquisirsi anche all’interno del corso di Biblioteconomia, 6 Cfu (da scegliersi tra gli insegnamenti a libera scelta).

(4) I laboratori storico-artistici attivati sono i seguenti: Laboratorio di Storia del disegno, dell’incisione e dell’arte grafica (3 Cfu), Laboratorio di Riconoscimento dipinti (3 Cfu), Laboratorio di Metodologia di studio, catalogazione e gestione delle opere d’arte contemporanea (3 Cfu), Laboratorio di Visite guidate (3 Cfu)

(5) Si consiglia di scegliere il Laboratorio di analisi delle fonti archivistiche (3 Cfu). Possono anche venire scelti il Laboratorio di Informatica applicata alla archeologia (3 Cfu) o il Laboratorio per il trattamento informatico dei dati storici (3 Cfu). Competenze informatiche possono acquisirsi anche all’interno del corso di Biblioteconomia, (6 Cfu) (da scegliersi tra gli insegnamenti a libera scelta).

Nel piano di studio di ogni corso è prevista la frequenza ai corsi di Teologia, per offrire una conoscenza motivata, ragionata e organica della fede cattolica.
Il programma si svolge nei tre anni in ragione di 3 ore settimanali per 12 settimane e si articola nelle tematiche seguenti: I anno: Questioni fondamentali: la fede cristologica e la scrittura; II anno: Questioni di antropologia teologica ed ecclesiologia; III anno: Questioni teologiche di etica e morale cristiana.

Informazioni e contatti Contattaci